DOCCOM
AGENZIA
DI COMUNICAZIONE
A RISORSE ILLIMITATE
WIDESPREAD ONLINE
AGENCY WITH
UNLIMITED RESOURCES
Seguici sui social

info@doc-com.it

Cerca

DOC-COM Agenzia di comunicazione
  -  Sport   -  Lo sport italiano, la grande sfida della ripartenza
Il settore sportivo sta affrontando la sua ora più difficile. La gestione dei grandi eventi, che mobilitano più investimenti anche a livello turistico, impone scelte cruciali nella fase del post emergenza: come ripartire e quando?

Il settore sportivo sta affrontando la sua ora più difficile. La gestione dei grandi eventi, che mobilitano più investimenti anche a livello turistico, impone scelte cruciali nella fase del post emergenza: come ripartire e quando? Il quinto appuntamento di Tempo di Rinascita, il palinsesto di conferenze digitali ideato da DOC-COM, ha puntato i riflettori proprio su questo tema.

Dal mito del Giro d’Italia al mondo del calcio, passando al cicloturismo e ad avventure epiche come L’Eroica ed Hero, ecco come lo sport italiano si prepara alla prossima fase, quella decisiva. Intervistati dal giornalista Luca Castaldini, sono intervenuti Pier Bergonzi, vicedirettore La Gazzetta dello Sport, esperto del Giro d’Italia, Alberto Gnoli, manager e socio consigliere de L’Eroica srl, Stefano Perrone, direttore operations Parma Calcio e Consulente della Lega A per le norme sugli stadi, Valeria Giacobbi, amministratore delegato Fondazione Cortina 2021, Gerhard Vanzi, fondatore HERO e HERO World Series.

Pier Bergonzi, direttore di SportWeek e vicedirettore de La Gazzetta dello Sport, ha spiegato: “Paradossalmente, la Francia è stato l’unico grande paese a fermare il campionato di calcio, ma sarà il primo a far ripartire i grandi giri ciclistici. Ecco le indicazioni che abbiamo: si gareggia a porte chiuse. La sensazione che aleggia è un cauto ottimismo: tra due o tre settimane si potrebbe tornare a progettare eventi ciclistici a porte aperte”.

Nel frattempo, a Cortina, si tiene il fiato sospeso. “Ad inizio luglio scioglieremo la riserva, e sapremo se i Mondiali si disputeranno nel 2021 o nel 2022” annuncia Valerio Giacobbi amministratore delegato Fondazione Cortina 2021, Mondiali Cortina 2021. “Come Comitato Organizzatore ci stiamo attrezzando per entrambe le date. Stiamo valutando però quale rilevanza potrà avere un Mondiale a porte chiuse, con forti limitazioni per quanto riguarda partner, sponsor, villaggio sportivo”

Questi sono solo due spunti dei vari contributi dei nostri relatori.

Per ascoltare direttamente tutti gli interventi integrali di ognuno, a questo link si trova la conferenza completa: https://youtu.be/iPiAtE0cMHk

error: Il contenuto è protetto.