DOCCOM
AGENZIA
DI COMUNICAZIONE
A RISORSE ILLIMITATE
WIDESPREAD ONLINE
AGENCY WITH
UNLIMITED RESOURCES
Seguici sui social

info@doc-com.it

Cerca

Come sarà la spa del futuro? È stata una domanda ricorrente nelle ultime settimane e lo è tutt’ora. In un momento in cui ogni settore si sta reinventando, anche quello del wellness, vitale per la salute e l’economia del paese, con un valore di 4mila miliardi di dollari a livello mondiale (2018, Global Wellness Economy Monitor), sta gettando le basi per il suo sviluppo futuro.

In particolare, Starpool, con quasi 50 anni di esperienza e oltre 3.000 spa realizzate in 60 paesi al mondo,in attesa delle riaperture che seguiranno la fase di lockdown imposta dall’esplosione del Coronavirus,ha stilato un Decalogo,un protocollo dedicato alla corretta gestione della spa, per supportare il settore in questa delicata fase di cambiamento.

All’interno vengono tracciate le linee guida relative a sicurezza, distanziamento fisico,organizzazione, temi igienico-comportamentali, prassi d’igienizzazione, trattamento dell’aria, fino alla gestione delle aree accessorie dedicate al food & beverage e agli spogliatoi.

«Credo che in questo momento tutti gli attori coinvolti debbano avere gli strumenti più efficaci per lavorare a una veloce e sicura ripresa del settore. È per questo che con il Decalogo Starpool abbiamo scelto di mettere le nostre competenze a disposizione di strutture e istituzioni»: spiega Riccardo Turri, CEO dell’azienda.

Il decalogo affronta tutti i temi sensibili per la vita di una spa, a partire dai protocolli per la sicurezza del personale, fino agli spazi ripensati per il distanziamento fisico e per la gestione ottimale dei flussi. Sono incluse anche le operazioni pensate per il controllo di piscine e idromassaggi, delle aree food&beverage e degli spogliatoi.

Il Decalogo Starpool è scaricabile al seguente link:https://bit.ly/3bnR8gj

error: Il contenuto è protetto.