DOCCOM
AGENZIA
DI COMUNICAZIONE
A RISORSE ILLIMITATE
WIDESPREAD ONLINE
AGENCY WITH
UNLIMITED RESOURCES
Seguici sui social

info@doc-com.it

Cerca

Design
  -  Design

Artesi, Agha e Ardeco entrano a far parte di Pianca & Partners, la nuova piattaforma dedicata al mondo del contract ideata da Pianca, azienda specializzata in sistemi e complementi d’arredo, e composta da imprese italiane di riferimento nei rispettivi settori. Epicentro dell’iniziativa sarà il nuovo showroom di 900 mq progettato da Calvi Brambilla nel cuore del design district milanese di Brera, in via

Per la prima volta nella storia, tra marzo e aprile, ogni abitazione ha subito un potente stress test. Quali saranno i cambiamenti nel futuro prossimo dell’abitare? Esistono nuove modalità di relazione, di progettazione, di arredo e materiali in grado di agevolare il benessere personale negli ambienti interni, a livello fisico e non solo? A queste domande ha cercato di rispondere la conferenza “Design&HomeWellness” organizzata il 25 giugno, da DOC-COM nell’ambito

Punta i riflettori sul mondo del design e del progetto ‘Tempo di Rinascita - Scenari, idee, progettualità’, il ciclo di conferenze digitali ideato dall’agenzia di comunicazione DOC-COM per stimolare il confronto a più voci sul mondo che sta cambiando. Giovedì 25 giugno, dalle 12.00 alle 13.00, al centro del dibattito sarà la casa come luogo di benessere fisico, psicologico, mentale. Come il Covid-19 e l’esperienza

La moda è la seconda industria manifatturiera del Paese e rappresenta un patrimonio al quale l’Italia, alle prese con il post-pandemia, non può rinunciare. A dirlo sono i numeri, che trovano conferma nelle parole di istituzioni, consulenti e imprenditori del settore che si sono confrontati su questo tema durante l’ottavo appuntamento di ‘Tempo di Rinascita - Scenari, idee, progettualità’, il ciclo di conferenze di

Post Covid-19 tutta Italia è ai blocchi di partenza, pronta a correre per riguadagnare il terreno perduto. Ma ci si trova davanti a un paesaggio sociale ed economico irriconoscibile. Con la pandemia il mondo è cambiato, i vecchi punti di riferimento quasi non valgono più. Ecco perché DOC-COM ha deciso di lanciare “Tempo di Rinascita - Scenari, Idee, Progettualità”, un palinsesto di conferenze digitali per un confronto a più voci

Ordini saltati, presentazioni cancellate e magazzini pieni di prodotti in giacenza, ormai difficilmente smaltibili: sono queste le conseguenze per le oltre 400 aziende che operano nel comparto moda all’interno del Centergross. La Fase 2 del più grande distretto europeo di moda made in Italy è appena iniziata, nel pieno rispetto del protocollo per la sicurezza sul lavoro, ma già ai blocchi di partenza va a scontrarsi

Come sarà la spa del futuro? È stata una domanda ricorrente nelle ultime settimane e lo è tutt’ora. In un momento in cui ogni settore si sta reinventando, anche quello del wellness, vitale per la salute e l’economia del paese, con un valore di 4mila miliardi di dollari a livello mondiale (2018, Global Wellness Economy Monitor), sta gettando le basi per il suo sviluppo

Mai come in questo momento è importante “riprogrammare il futuro”. Non dobbiamo solo ripartire ma dobbiamo investire ancor di più in innovazione e tecnologia per poter centrare gli obiettivi velocemente. Per seguire questo nuovo diktat DOC-COM si è dotata di piattaforme evolute sia per la gestione di database che per il sistema di email marketing in modo da rispondere in modo tempestivo ed efficiente

A fronte delle prime risposte del Governo sul sostegno alle imprese italiane, Centergross - colosso del settore con oltre 600 aziende che occupano 6000 lavoratori per un volume complessivo di affari pari a 5 miliardi di euro l'anno - non si ferma e continua a proporre azioni utili per la ripartenza economica del settore moda. Lo fa in rappresentanza di un settore che

Centergross, alla sua terza settimana di chiusura forzata dall’esplosione dell’emergenza Coronavirus – a seguito dei due Dpcm dell’11 e del 22 marzo che hanno imposto rispettivamente la chiusura dei negozi e lo stop alle attività produttive – ha lanciato un forte grido dall’allarme al Governo. Lo ha fatto in rappresentanza delle oltre 400 aziende fashion – tra aziende molto strutturate e di grandi dimensioni ma anche piccole e

error: Il contenuto è protetto.