DOCCOM
AGENZIA
DI COMUNICAZIONE
A RISORSE ILLIMITATE
WIDESPREAD ONLINE
AGENCY WITH
UNLIMITED RESOURCES
Seguici sui social

info@doc-com.it

Cerca

funivia in montagna

Aria pura, spazi verdi e immensi: l’estate 2020 sarà quella della montagna. Gli impiantisti, penalizzati dalla chiusura anticipata dello scorso marzo, non chiedono altro che di poter fare riprendere quota al turismo, almeno quello di prossimità.

“La montagna è la candidata ideale per una vacanza sicura, lontano dalla folla e a contatto con la natura” spiega Valeria Ghezzi, presidente ANEF. Ma il nostro settore, trainante per tutta l’economia delle terre alte, è in fortissima crisi e ha bisogno di interlocutori con cui elaborare un piano condiviso con il Governo. Servono regole certe e date per ripartire”.

Nel frattempo sono già state elaborate, da parte degli impiantisti, varie proposte: l’obiettivo è quello di massimizzare la sicurezza. Da un lato si ridurrebbe la portata degli impianti, e dall’altro si praticherebbe il distanziamento fisico all’interno di tutti gli spazi, parcheggi, casse, cabine e stazioni. Un altro capitolo fondamentale riguarda l’igienizzazione di tutte le superfici e l’utilizzo di DPI durante il viaggio in cabina.

Soluzioni che sposano il rigore e il buon senso, permettendo agli italiani di approfittare dei benefici fisici e psicologici della montagna: aria pura, natura, grandi spazi aperti in cui muoversi in libertà, sport e benessere.

In questo modo sarebbe possibile anche salvaguardare un tessuto economico prezioso fatto di piccoli imprenditori e aziende che hanno investito – con tutti i rischi connessi – nella creazione di un modello turistico sostenibile e rispettoso della montagna.

error: Il contenuto è protetto.